La tua è nuova Pasqua,
è nuovo sacrificio,
è nuova alleanza.

Anch’essa è memoria
di nuova realtà,
di quello che accadrà.

La Pasqua di Mosè
è segno anticipato
di questa nuova Pasqua.

Da una terra all’altra,
da dura schiavitù
a libero cammino.

L’ebreo prigioniero,
l’ebreo fatto schiavo,
acquista libertà.

Per ordine di Dio,
guidati da Mosè,
il grande condottiero.

O nostro Salvatore,
sei tu la nostra Pasqua
e il nostro condottiero.

La nostra schiavitù
l’hai cancellata tu,
Agnello senza macchia.

Da te istituita,
a memoria perenne,
noi celebriamo Te.

Dio di verità,
sei Dio della vita,
sei Dio della Pasqua.

È nuova ogni volta,
che celebra la Chiesa
la festa del Risorto.

Nuova sarà in Cielo,
ma senza sacrificio
e per l’eternità.

P. G. Alimonti OFM cap, “La Via Del Sale”, La Miniera, pp 35-36