Dammi al Tuo Figlio

Padre, che sei nei cieli,
attirami a te
e dammi al tuo Figlio.

La vita che mi dài
Gesù libererà
dal danno e dalla morte.

Poiché tu, Padre, m’ami,
Egli mi amerà
e mi darà a te.

Io tornerò segnato
dal timbro della croce,
vessillo di vittoria.

Lo schiavo sono io,
predato dai nemici
e chiuso in prigione.

“Verrà a liberarci”
han detto i profeti,
parlando di Gesù.

Si è fatto come me,
soggetto alla morte,
ma immune da ogni colpa.

Nessuno può resistere
al sommo suo potere,
al santo suo volere.

Così io sono libero
e consegnato a te,
ragione di mia vita.

Adoro te, mio Padre,
e adoro il mio Gesù,
ch’è Dio come te.

Adesso son felice
e lo sarò per sempre,
vivendo in braccio a te.

A te l’eterno grazie,
a te l’eterna gloria
insieme al mio Gesù.

P. G. Alimonti OFM cap, ” La via del sale”, Il mappamondo, pp 127-128