E’ l’unica sicura

Maria Addolorata,
la madre di Gesù,
è l’unica sicura
della risurrezione.

Giovanni lo dirà
di non aver capito.
Nel fuggi fuggi, gli altri
ancora più confusi.

Ma dopo la tragedia,
compiuta sul Calvario,
c’è morte dentro il cuore,
si scende in silenzio.

Ciascuno rivivendo,
minuto per minuto,
le scene dolorose,
l’agonia di Gesù.

Poi lo schiodar Gesù
e ricomporre il corpo;
e la deposizione
nel seno della Madre.

Non so chi ha provato
a dire alla Madre:
adesso ce lo dai
così lo seppelliamo.

Io oso immaginare
Gesù, che per pietà,
avrebbe detto: voglio
restare in braccio a mamma.

Maria respira appena,
miracolo se vive!
Lei vede il Figlio vivo,
ma se lo stringe morto.

È l’unica sicura
ch’Egli risorgerà.
Intanto beve il calice
del più profondo strazio.

La sua certezza nulla
può togliere al dolore;
hanno ucciso il Figlio:
è più che uccider lei.

Gli occhi di Maria
non guardano il futuro:
le sembra che il suo cuore
si sia già fermato.

“Gesù, fammi morire!
Ch’io scenda nel sepolcro.
Ti terrò stretto a me
e poi risorgerai”.

P. G. Alimonti OFM cap, “La via del sale”, la mente e il cuore, pp 217-218