Giuseppe, casto sposo

Giuseppe, casto sposo

Maria ha trepidato.
Che abisso quel mistero:
il Verbo si fa carne!

L’accoglie nel suo seno.
L’avvolge col silenzio.
Gli dona tanto amore.

Giuseppe, casto sposo,
lo devi tu sapere.
Ma chi lo deve dire?

Sarà lo stesso Dio,
che fece a lei il dono,
a dare a te il messaggio.

Nell’umiltà Maria
conserva il gran segreto,
e soffre insieme a te.

Tu preghi e attendi in ansia.
Nel colmo dello strazio,
il Ciel ti dà notizia.

Adesso corri da Maria.
Le dai l’abbraccio santo;
ne condividi il gaudio.

Le resti sempre a fianco.
Ne cerchi il puro sguardo.
Fai eco al santo amore.

Maria custodisce
nel seno il grande Figlio.
Tu custodisci entrambi.

È in corso il censimento.
Partorirà a Betlemme,
ma scamperà all’eccidio.

Infatti a te darà
il Cielo un nuovo segno
per metterli in salvo.

La fuga in Egitto
è provvisorio esilio,
ma poi ritornerete.

P. G. Alimonti OFM cap, ” Il Tempo della luce”, Da ieri a domani, pp 221-222