Madonna Addolorata

Vergine e Madre Addolorata,
siamo raccolti intorno a te,
noi sacerdoti e religiosi,
che curiamo il culto liturgico nel tuo Santuario
e qui celebriamo ogni giorno il sacrificio eucaristico
del tuo Figlio Gesù, nostro Salvatore.
Noi desideriamo di rivivere
l’esperienza della prima comunità cristiana:
“Erano assidui
nell’ascoltare gli insegnamenti degli apostoli
nell’unione fraterna,
nella frazione del pane e nelle preghiere” (cfr At. 2, 42).
È qui davanti a te il tuo popolo,
che lungo le ore della giornata
viene in questa bella Basilica dedicata al tuo nome
per nutrirsi della Parola e del Pane di vita.
Sii tu l’ispiratrice dell’annuncio,
che ogni giorno qui facciamo.
Rendi efficace, con la tua mediazione,
l’azione dello Spirito Santo nelle nostre anime.
Il nostro cuore si apra alla grazia di Gesù
per testimoniare al mondo
il comandamento dell’amore.
Prega anche tu il Signore insieme a noi,
che ci renda capaci di aiutare i poveri,
di soccorrere i bisognosi, di confortare i malati.
Che Gesù accolga la nostra preghiera
per il Papa, i vescovi, i sacerdoti,
per i missionari ed i consacrati.
Gesù ci metta nel cuore
l’urgenza di andare incontro alle famiglie in difficoltà
e di infondere coraggio ai giovani in crisi.
Vergine Addolorata, accorri
dove c’è necessità e noi non arriviamo.
Consola tu chi porta nel silenzio del cuore
pene che noi non conosciamo.
Proteggi maternamente
i nostri bambini e i bambini di tutto il mondo.
Tienili lontani dai pericoli,
che incombono su di essi e dagli scandali,
che minacciano la loro innocenza e la loro serenità.
Vergine Addolorata, fa’ tua la nostra preghiera.
Noi ci consideriamo chiamati,
guidati e benedetti da te.
Con l’aiuto della tua intercessione
vogliamo essere costanti
nella fede e nella speranza,
pazienti nel dolore e nelle tribolazioni;
perseveranti nell’umiltà e nella carità.
Amen.

P. G. Alimonti OFM cap, Madre del dolore, pp 75-76