Maestro dove abiti (GV 1,38)

“Maestro, dove abiti?”.
Io sono in mezzo a voi
e sono in ogni luogo.

Io sono sull’altare,
dove voi consacrate:
Io sono in mano a voi.

Sono nel tabernacolo,
dove voi mi riponete
e dove mi adorate.

Io cerco il vostro cuore
e fisso la dimora
nel cuor di chi mi ama.

Nel grande Sacramento
io sono il Pane vivo,
che nutre tutti voi.

Io sono la caparra
d’eternità beata,
promessa a tutti voi.

Infatti non mi nego
neppure a chi è indegno,
ma resto molto offeso.

A voi la libertà
di credere o non credere,
d’amare o non amare.

Io cerco commensali,
che siano amici
e mangino per fame.

N’avranno a sazietà
ma mai si sazieranno:
io accresco quella fame.

Nascosto in quel Pane,
io fabbrico i santi,
felici commensali.

È lì che costruisco
col Pane dell’Amore
il paradiso in terra.

P. G. Alimonti OFM cap, “La via del sale”, Maestro dove abiti, pp 137-138