Sarai papa

Ho conosciuto personalmente Giovanna Rizzani, figlia spirituale di Padre Pio, che da novizio aveva assistito sua madre nel parto e suo padre morente e che poi la confessò in bilocazione dentro la basilica di San Pietro.
Fu lì che Padre Pio le disse: “Io ti conosco da quando sei nata”.
Lei era convinta che quel sacerdote si sbagliasse. Ma alla fine si sentì dire: “Ti aspetto a San Giovanni Rotondo”.
Queste testimonianze hanno fatto il giro del mondo.
Inoltre lei ha miracolosamente assistito Padre Pio nella sua cella mentre moriva.
Il fatto le era stato predetto dallo stesso Padre Pio.
Qui però voglio sottolineare un altro momento della sua vita.
Lei aveva una carissima amica: Margherita Hamilton. Con lei frequentava San Giovanni Rotondo.
Racconta che una volta furono accompagnate da Roma in macchina dal Prof. Enrico Medi e con loro c’era un giovane sacerdote polacco, di nome Karol Wojtyla.
In albergo lei cedette la stanza al sacerdote e dormì con la Hamilton.
La mattina vanno alla Messa del Padre e poi il sacerdote si confessa da Padre Pio.
Lungo la via del ritorno il sacerdote disse: “Padre Pio questa mattina mi ha guardato fisso negli occhi e mi ha detto: “Tu sarai papa, ma vi sarà sangue e violenza”.
Professore, che ne pensa? Io credo che Padre Pio abbia voluto scherzare. Io sono polacco e non sarò mai papa”.
La Rizzani mentre mi raccontava tutto questo aggiungeva: “La data del 16 ottobre 1978 e quella del 13 maggio 1981 dimostrano che Padre Pio non scherzava, ma pronunciava una profezia”.

P. G. Alimonti OFM cap, Raggi di sole, Vol. 1, pp 139-140