Sei un tesoro

Sei un tesoro, Padre;
lo sei per il Signore
che ti mandò fra noi,
carezza del suo cuore.

Tu sei tesoro, Padre,
per la Mammina tua,
maestra del tuo cuore
e luce dei tuoi passi.

Fu salda al tuo fianco
nei giorni di battaglia.
Ti ripeteva sempre:
“Io sono accanto a te”.

Nell’ora più tremenda
lei t’asciugò le lacrime
e asciugò il sudore
con dolce tenerezza.

Sei un tesoro, Padre,
tu per la Santa Chiesa;
hai preso sulle spalle
le sue pecorelle.

Sei un tesoro, Padre.
Hai fatto delle braccia
un porto di salvezza
a tutti i peccatori.

Ognuno hai segnato
con il sigillo sacro
del dono e del perdono,
che rende caro a Dio.

Per tutti i confratelli
offristi la tua vita.
Li presentasti a Dio
qual parte del tuo cuore.

Ai mille consacrati
tracciasti con la vita
il ripido sentiero,
che porta al Paradiso.

Le anime che penano
nel fuoco dell’attesa,
al cielo conducevi
con supplica d’amore.

Tu stavi, qual gigante,
sull’orlo dell’abisso
per supplicare Dio
di commutar sentenza.

Sei un tesoro, Padre.
Per consolare Dio
continua la missione
di pace e di salvezza.

P. G. Alimonti OFM cap, Raggi di sole, vol. 2, pp 123-124