Titolo di padre

Il caro San Giuseppe,
ti fece da custode
col titolo di “padre”.
 
San Luca ci racconta:
quand’eri dodicenne
andasti insieme ad essi.
 
Si riferisce ai giorni
in cui tu rimanesti
nel Tempio fra i dottori.
 
Gesù, tu lo sapevi
che pena avresti dato
con quella dura prova.
 
Col cuore addolorato
la Mamma te lo disse:
Eravamo angosciati.
 
Ti riferì di lui,
poi confessò di sé;
disse: Tuo padre ed io.
 
L’Arcangelo nel sogno
a lui aveva detto:
Lo chiamerai Gesù.
 
Nel seno di Maria
del ciel si è compiuto
il supremo prodigio.
 
L’avviso a lui fu dato
di fuggire in Egitto
per salvarti da Erode.
 
Il dire di Simone
gli trapassò il cuore,
pensando a tua Madre.
 
O caro San Giuseppe,
sei padre putativo
del Verbo incarnato.
 
Eternamente grato
è cielo e terra a te,
o grande Patriarca.
 
P. G. Alimonti OFM cap, “L’altro Consolatore”, L’amico di Lazzaro, pp 157-158

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.