E’ festa

È festa per tefestapres
divino Bebè.
Echeggia nell’aria
il canto degli angeli.
Annunziano: è nato
il Re d’Israele.
È nato a Betlemme.
È posto a giacere
sull’umile paglia.
La mamma e il papà
prostrati l’adorano.
C’è tanto silenzio
c’è freddo laggiù.
Un po’ di calore
fan l’asino e il bue.
Andate, pastori,
portate l’agnello
il latte e il formaggio;
fra poco verranno
devoti re Magi.
Il mondo saprà
che è nato quaggiù
il Figlio di Dio.
Che pace sarà
per l’umanità
e sono riaperte
le porte del Cielo.
È festa per te,
è festa per noi,
divino Bebè.
Sei nato di notte
ma notte non è.
La luna e le stelle
son corse da te.
È grande la luce,
la luce sei tu,
Bambino Gesù.
È festa per te.
È festa quaggiù.

P. G. Alimonti, I Colori del Vespro, vol. 1, p. 136