La vita di grazia

libretto in formato pdf

Meditazioni sulla spiritualità di Padre Pio

I sacramenti: sorgenti di vita

Nel momento stesso in cui l’uomo deve lasciare il paradiso terrestre a causa della disobbedienza, entra in azione il piano della salvezza.
Il Figlio di Dio, incarnandosi nel seno della Vergine senza macchia, redimerà il mondo.
Con la vita, la passione e la morte di Gesù, il peccato è sconfitto, trionfa la grazia, l’uomo è “giustificato”.
Gesù aveva detto ai suoi discepoli: “Non vi lascerò orfani, ritornerò da voi” (1).
“Ora però vado da colui che mi ha mandato… perché se non me ne vado non verrà a voi il Consolatore…” (2).
Come canali di vita istituì i sacramenti, dove i gesti e le parole sono “segni sensibili” della grazia.
Nel battesimo ci rinnova, nella penitenza ci riconcilia, negli altri sacramenti ci perfeziona.
La storia della salvezza continua per  mezzo della Chiesa e dei suoi ministri.
Così si avverano le parole di Gesù:
“Io sono venuto perché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza” (3).
Ci vuole redenti e santificati.
“Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo” (4).
“Ricevete lo Spirito Santo; a chi rimetterete i peccati saranno rimessi,  a chi non li rimetterete resteranno non rimessi” (5).
“…questo è il mio corpo…Questo è il mio sangue” (6).
“…fate questo in memoria di me” (7).
“Io sono il pane della vita… Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno” (8).
Maria, la “piena di grazia” (9), e i santi ci sono di esempio e di aiuto.

Note:

  • Gu 14,18
  • Gu 16,5.7
  • Gu 10,10
  • Mt 28,19
  • Gu 20, 22-23
  • Mc 14,23.24
  • Lc 22.19
  • Gu 6,48.51
  • Lc 1,28