Se avessi mai commesso

Thérèse Françoise Marie Martin entra ancora adolescente nel Carmelo di Lisieux. Proviene da una famiglia molto religiosa; i genitori, Luigi e Zelia Guerin, sono stati dichiarati Beati.
Santa Teresa di Gesù Bambino è la santa che ha insegnato con la vita “la piccola via dell’infanzia spirituale”. Nella “Storia di un’anima” con un linguaggio semplice e disarmante, scrive tutte le meraviglie che Dio ha compiuto in lei. Sperimenta anche la prova della notte dell’anima che affronta e vive con abbandono e fiducia. Si ammala di tubercolosi e muore a soli ventiquattro anni.
È patrona dei missionari dal 1927 e dal 1944, assieme a Santa Giovanna d’Arco, è compatrona di Francia. Il 19 ottobre 1997 è stata dichiarata Dottore della Chiesa.

 

spartito in pdf

SE AVESSI MAI COMMESSO

testo di S. Teresa di Lisieux

Se avessi mai commesso il peggiore dei crimini,
per sempre manterrei la stessa fiducia,
poiché io so che questa moltitudine di offese,
* non è che goccia d’acqua
in un braciere ardente (x2)

Oh se potessi avere
un cuore ardente d’amore,
che resti il mio sostegno
non m’abbandoni mai,
che ami tutto in me,
persino la mia debolezza,
* e non mi lasci mai,
né il giorno né la notte (x2)

Non ho trovato mai, creatura capace,
d’amarmi a tal punto e senza morire,
di un Dio ho bisogno,
che assunta la mia natura,
*si faccia mio fratello,capace di soffrir (x2)

Io so fin troppo bene che le nostre giustizie,
non hanno ai tuoi occhi il minimo valore,
ed io per dare un prezzo
ad ogni mio sacrificio,
*gettare lo vorrei nel
tuo divino Cuore (x2)

No, Tu non hai trovato
creatura senza macchia,
dettasti la tua legge
tra i fulmini del cielo,
e nel tuo sacro cuore,
Gesù mi nascondo,
*non tremo perché sei
la sola mia virtù (x2)