Al nostro Dio

Lo Spirito precede
la missione del Verbo
e quindi la prepara.

Discende a mani piene,
dispensa in abbondanza
i doni dell’Eterno.

Consegna luce e forza,
regala amore e pace,
sostiene la prudenza.

Insegna a coniugare
mitezza e bontà,
pazienza ed umiltà.

Ispira vera gioia,
dominio su se stesso
e pura fedeltà.

Le eclissi di Dio
sull’orizzonte umano
additano gli errori.

La conseguenza tragica?
Che l’uom diventa schiavo
di tutto e di se stesso.

E per riconquistare
la vera libertà
abbiamo il “Buon annunzio”.

È il prezioso invito,
lanciato da Dio stesso,
per ritornare liberi.

Col dono della fede
e il dono della grazia,
torniamo ad esser “figli”.

Il fuoco dello Spirito
s’accende dentro il cuore,
che scoppia dalla gioia.

Il grido è spontaneo:
“Venite, miei fratelli,
tornate al nostro Dio!”.

P. G. Alimonti OFM cap, “La via del Sale”, La mente e il cuore, pp 119-120