Con Lui vivrò

Maria tu sei la mamma.
Tu l’hai portato in seno,
il tuo amore è unico.

Tu hai sintonizzato
il palpito col suo
gli hai dato il tuo sangue.

Gesù non ti sentiva
e tu già gli dicevi:
“Tu sei la vita mia”.

L’hai preso poi in braccio.
L’hai stretto al tuo petto
con tenerezza immensa.

Negli occhi suoi guardavi.
In essi ti specchiavi,
felice di amarlo.

Nessuna mamma al mondo
mai prese sulle braccia
un figlio così santo.

Io sono qui per dirti:
insegnami a chiamarlo,
insegnami ad amarlo.

Io me lo stringo al cuore.
Tu digli che lo amo
e sempre l’amerò.

Insegnami a baciarlo:
è quello il sigillo,
che bramo sul mio viso.

Insegnami a cercarlo
allor che non lo vedo,
perché mi si nasconde.

Maria, io lo vedo,
negli occhi tuoi di mamma
e sempre lì lo cerco.

Se tu, Maria, mi accogli
io vivo insieme a Lui,
nascosto nel tuo cuore.

P. G. Alimonti OFM cap, “Il tempo della luce”, Tra fine e confine, pp 201-202