Gesù, Vieni

Cleonice Morcaldi, figlia spirituale di Padre Pio, cresceva alla scuola del Padre.
Per la sua umiltà e sincerità godeva una speciale comunione d’affetto e di confidenza col Padre.
Faceva tesoro d’ogni consiglio che riceveva dal suo Direttore di spirito. Desiderava ardentemente seguire le orme della sua guida, cercando di usare bene la grazia e la misericordia del Signore.
Il Padre le consentiva tante domande inerenti alla propria esperienza mistica d’amore e di dolore.
Attraverso la testimonianza di Cleonice conosciamo il pensiero del Padre su alcuni argomenti di fede e di teologia.
Cleonice ormai si nutriva ogni giorno dell’Eucaristia e passava più tempo possibile in preghiera e in adorazione davanti al tabernacolo.
Una mattina si sentì male e non potette ricevere la Comunione. Il giorno dopo corre da Padre Pio per chiedergli: “Cosa debbo fare quando capita questo?”.
Si sente rispondere: “Ma non lo sai? Devi fare la comunione spirituale”.
“E cosa debbo dire a Gesù?”.
“Oh, bella! Una innamorata che non sa cosa dire all’innamorato?”.
“Suggeritemelo voi, Padre”.
“Gesù, vieni nel mio cuore; io ardo d’amore per te”.
Cleonice racconta che non avrebbe mai saputo ripetere quelle parole con l’espressione umile e ardente del Padre. Comunque da quel giorno cominciò a fare più volte la Comunione spirituale, anche se al mattino aveva ricevuto l’Eucaristia. Ripeteva: “Gesù è lo Sposo più amabile e Padre Pio è il maestro che sa insegnarci ad amare Gesù”.

P. G. Alimonti OFM cap, Raggi di sole, Vol. 1, pp 143-144