La mia parte

“…O padre, son tuo figlio. Pentito torno a te. Facciamo festa, amici! Adesso son felice!”

LA MIA PARTE -spartito pdf-

R.: Non mi manca la bellezza,

ho nel corpo gran vigore;

ho l’età che fa sognare

e la fortuna da giocare.

1. Mi chiedete dove vado?

Non lo so nemmeno io.

Non mi dite di tornare,

perché voglio divertirmi. R

2. Amici ho tanti soldi,

ho spensierata libertà!

Ahimè! La mia fortuna

è finita amaramente. R

3. Nemmeno con le ghiande

mi posso più sfamare!

Io torno a casa mia

per non morir di fame.

Ho sciupato tempo e soldi.

Son rimasto senza niente.

Ho capito finalmente

che un padre è mio tesoro.

O padre, son tuo figlio.

pentito torno a te.

Facciamo festa, amici!

Adesso son felice!