Profilo di un Santo

È questo il titolo di uno dei libri scritti da Padre Marcellino Iasenzaniro, confratello di Padre Pio.
Ha goduto dell’affetto, dei consigli e delle benedizioni del caro Padre.
Conosco bene Padre Marcellino e ci vogliamo bene.
È laureato, ed emerito docente di Filosofia, Lettere
e Storia.
È timido e riservato. Se c’è un ultimo posto, quello è suo.
L’ho chiamato più volte a parlare e a presiedere celebrazioni dei Gruppi di Preghiera nelle nostre diocesi.
Ha riscosso largo plauso.
Per anni ad ogni nostro incontro gli ripetevo: “Tu sai tante cose di Padre Pio, scrivi”.
Finalmente si è deciso e ha scritto.
Dei suoi libri, tutti interessanti, cito “Padre Pio profilo di un Santo”. È una profonda e dettagliata analisi del
messaggio, della vita, delle virtù e dei carismi di Padre Pio.
Non ne faccio una recensione. Vi invito a leggerlo.
Egli consegna ai lettori un uomo scelto e segnato da Dio per rafforzare la fede nei credenti e chiamare alla fede
quelli che ancora sono in cerca della verità.
Padre Pio crocifisso da Dio, avversato, calunniato e perseguitato dal mondo, incompreso da quelli che lo dovevano difendere e percosso spietatamente dai demoni, che avrebbero voluto farlo scomparire dalla faccia della terra, è quello che attira le folle, conquista i peccatori, incanta gli angeli e sull’altare s’immola, unendo il suo sangue sacerdotale con quello del Salvatore, sacerdote perfetto.
Padre Pio ha guardato con gli occhi dell’intelligenza, della fede e della coscienza.
Ha vissuto l’eroicità di figlio di San Francesco, piagato e innamorato di Gesù, della Chiesa, dell’umanità.
Con Padre Marcellino mi ritrovo nell’analisi, nell’amore, nella gratitudine e nella testimonianza di Padre Pio.
Non glielo potrei dire a voce perché è troppo schivo e modesto. Ma egli sa, come lo so io, che la verità va riconosciuta e va anche detta.
Egli ama riportare perfino sulle copertine dei suoi volumi il volto sofferente di Padre Pio, perché è l’espressione più evidente del patire e amare con Cristo.
Con l’umiltà e l’affetto di Padre e di fratello, Padre Pio ci offriva all’abbraccio quel corpo e al bacio quel volto, mentre i suoi occhi dicevano più delle sue sagge e sante parole.

P. G. Alimonti, OFM Cap, “Raggi di sole”, Vol. 1, pp 185-186